1

Luzzogno madonna della colletta

VALSTRONA - 08-09-2022 -- Ogni tre anni, con una tradizione antica, si ripete a Luzzogno la festa della Madonna della Colletta, dal nome del santuario dedicato alla B.V. delle Grazie ed il 2022 vede lo svolgimento di questa particolare manifestazione, con un ricco programma religioso, iniziato già il 30 agosto con la novena e che si concluderà domenica 18 settembre con la cerimonia di saluto al Parroco don Angelo Calcaterra, che lascerà dopo tanti anni la Valle Strona, dove ha svolto la sua apprezzata missione nelle comunità locali.
Se numerose sono le funzioni religiose celebrate in questo arco di tempo da sacerdoti provenienti da diverse Parrocchie e Santuari, i due momenti più importanti si vivranno sabato 10 e sabato 17 settembre.
Sabato 10 alle ore 20.30 partirà dal Santuario la solenne processione con la statua della Madonna delle Grazie, con la fiaccolata ed il passaggio nella caratteristica galleria realizzata mediante una intelaiatura in legno su cui sono stese preziose lenzuola fornite dalle famiglie locali, proseguendo una tradizione che ha almeno 450 anni di storia, per raggiungere la chiesa Parrocchiale di San Giacomo, dove il Vescovo di Novara mons. Franco Giulio Brambilla presiederà la solenne concelebrazione eucaristica.
Giusto una settimana dopo, sabato 17 settembre, dopo la funzione religiosa presieduta dal Vicario generale della Diocesi di Novara mons. Fausto Cossalter, la statua della Madonna tornerà al Santuario della Colletta, anche qui con una processione che passerà nuovamente sotto il tunnel di teli lungo circa ottanta metri e che si sviluppa dalla chiesa di Santa Marta sino al porticato della Parrocchiale di San Giacomo.
Il Santuario della Madonna della Colletta è antico ed una prima citazione si trova in una relazione di don Caccini del 1677, mentre il luogo è per gli abitanti “… la nostra piccola Lourdes o la nostra piccola Pompei …” per usare le parole di don Celso De Giuli tratte dal suo libro “La Valstrona e Luzzogno – Storia e tradizione”, edito nel 1954 e al cui interno una significativa parte del testo con ben nove capitoli è dedicata proprio a questo luogo di culto e alla devozione alla B.V. delle Grazie.
Citando don Celso, è da ricordare che il fratello mons. Raffaele, divenuto Vescovo prima di Vallo della Lucania e poi di Albenga e che partecipò al Concilio Vaticano II, aveva in un riquadro dello stemma vescovile proprio l’immagine del Santuario della Madonna della Colletta a cui, come tutti i luzzognesi, era molto legato.
Accanto al programma religioso, nel periodo di svolgimento delle manifestazioni è visitabile la mostra dei lavori femminili e dei prodotti dell’artigianato locale, con allestimento pure del tradizionale banco di beneficenza, mentre per accogliere le migliaia di visitatori e devoti che salgono a questo paese di circa 350 abitanti, il Circolo Operaio Luzzognese e la Pro Luzzogno aprono dei punti di ristoro, inoltre per favorire l’accesso al centro abitato e poiché gli spazi anche per i parcheggi sono necessariamente limitati, dalle 17.00 e fino a tardi funzionerà un servizio navetta da e per la frazione Strona.
Il programma completo dei festeggiamenti triennali della Madonna della Colletta di Luzzogno al link
https://www.comune.valstrona.vb.it/it-it/appuntamenti/festeggiamenti-triennali-madonna-della-colletta-2022-di-luzzogno-programma-86483-1-9889de7a375a7bf28fff344330f8fa5e