1

giorgio bartolini

DOMODOSSOLA - 06-09-2022 -- Con un gran finale a sorpresa che ha lanciato nel cielo sopra Domobianca l'incanto sempreverde dei fuochi artificiali, è andata in archivio la seconda edizione di Chef in Quota, cena benefica promossa dal gruppo Altair con lo chef stellato Giorgio Bartolucci e la collaborazione della Fondazione Specchio dei Tempi a cui è stato devoluto in beneficenza parte del ricavato della serata. In cucina il meglio della gastronomia ossolana più un ospite d'eccezione, il tristellato Enrico Bartolini, in sala a Baita Motti, 146 convitati per una serata dove le produzioni locali hanno trovato la loro massima espressione. A cominciare dall'aperitivo per finire all'after dinner. Tra le presenze ai tavoli quella dello chef stellato Marco Sacco ("Sono venuto a trovare gli amici", ha detto) e del critico gastronomico Edoardo Raspelli, oltre al sindaco Lucio Pizzi. Un elemento su tutti è emerso dai commenti della serata: la grande crescita della gastronomia (e dell'enologia) ossolana grazie alla presenza di cuochi che hanno spento portare innovazione non dimenticando le loro radici. E grazie anche ad eventi come quello di ieri sera, che vedrà una sorta di replica con la cena di Domosofida il 19 settembre al Calvario.
Con 136 ospiti, la prima edizione di Chef in Quota nel 2021 (ospite d'onore Gennaro Esposito) portò alla Fondazione de La Stampa 6500 euro, cifra che dovrebbe essere superata quest'anno. Ma i conti sono ancora in definizione.

Il menù

Aperitivo a cura di "Divin porcello", le coccinelle, La casera, il Portico.

I piatti:

Giorgio Bartolucci - Tatin di Zucca, gelato al pane nero e fonduta al Bettelmatt

Norman Berini - Battuta di gamberi rossi, burrata e pepe della Val Maggia con crescione di piselli e corallo.

Stefano Allegranza - Baccalà in oliocottura su patata soffice al cioccolato bianco e verdurine frizzanti al lime

Sabina Villaraggia - Cardinali al parmigiano, burro d’alpeggio e tartufo nero.

Enrico Bartolini – Risotto alle rape rosse e salsa gorgonzola Evoluzione

Matteo Sormani - Coda di Manzo laccata con il suo fondo, patate affumicate e funghi di stagione

Antonio Doria - Charlotte al pistacchio di Sicilia e vaniglia bourbon con cuore ai lamponi su base di biscotto ossolano

Fabio Tisti - Piccola Pasticceria

In abbinamento ad ogni piatto i vini selezionati e serviti dai sommelier dell’AIS del VCO.

After dinner curato da Vincenzo Brindisi del Bar Portico di Domodossola.

IMG_0182.JPGIMG_0204.JPGIMG_0154.JPGIMG_0170.JPGIMG_0150.JPGIMG_0151.JPGIMG_0148.JPGIMG_0147.JPGIMG_0167.JPGIMG_0161.JPGIMG_0160.JPGIMG_0185.JPGIMG_0146.JPGIMG_0149.JPGIMG_0178.JPGIMG_0164.JPGIMG_0180.JPGIMG_0186.JPGIMG_0162.JPGIMG_0176.JPGIMG_0158.JPGIMG_0172.JPGIMG_0166.JPGIMG_0196.JPGIMG_0175.JPGIMG_0195.JPGIMG_0171.JPGIMG_0165.JPG