1

san vito generico

OMEGNA – 11-08-2022 -- Torna ad alzarsi il sipario sulla festa di San Vito, che da oltre 100 anni è sinonimo di musica, divertimento e spensieratezza. E da quanto emerso dalla presentazione, che ha registrato una folta partecipazione di organizzatori, giornalisti e semplici curiosi, non mancheranno certo i momenti di svago e di aggregazione e le occasioni di svago.


La festa, che si dipanerà dal 20 al 29 agosto, si preannuncia più scoppiettante che mai, con i fuochi artificiali che torneranno a sorprendere il pubblico, coniugando tradizione e innovazione; ma questo sarà anche un San Vito ricco di spazi culturali, con grandi nomi della canzone come Andrea Mingardi, il duo italiano di musica latino americana Los Locos e la cantante Noreda Graves, una delle voci più apprezzate d’America.

Quella di San Vito è una delle feste popolari più radicate sul territorio, che, per dirla con il presidente del comitato festeggiamenti Valentino Valentini, “è il momento più atteso dell’estate omegnese. Nell’organizzare questa edizione – ha sottolineato Valentini – il comitato ha voluto guardare avanti con fiducia, impostando un lavoro di ripresa e di ritorno alla tradizione. Il primo passo è stato quello di riproporre almeno una serata di fuochi artificiali. Verranno poi riproposti appuntamenti che sono divenuti ormai parte integrante della festa: da San Vito Bimbi, una festa nella festa a San Vito Giovani, spaziando dai concerti di musica classica fino al Salotto di Diderot, alla cittadella del gusto e al raduno di auto e moto d’epoca. Infine, auguro a tutti gli omegnesi e ai turisti dieci giorni di festa in serenità”.

A schiudere a più vasto apprezzamento la parte religiosa della festa è invece il prevosto don Gian Mario Lanfranchini, che ha evidenziato: “la città di Omegna celebra la festa di San Vito fin dal 1611. In questa 119° edizione dei festeggiamenti popolari, ricordiamo anche il 125° anniversario di don Andrea Beltrami, e vogliamo pertanto ritrovarci ai vari appuntamenti e nelle varie celebrazioni per dare voce al cuore e volto alla comunità. Il tema per l’avvio dell’anno pastorale presenta lo slogan “l’A,B,C…della famiglia”: e vogliamo che le famiglie delle nostre comunità aiutino tutti a ripartire con rinnovato vigore dopo questi due “anni particolari”. La via dell’evangelizzazione e il cammino pastorale ripartono dalle famiglie. I santi martiri hanno dato la vita perché la chiesa fosse una grande famiglia. Ora tocca a noi!”. Insomma, non resta che augurare un buon San Vito! E lo facciamo con le parole alate del presidente del Piemonte Alberto Cirio: “quella di San Vito, una delle tradizioni più radiose del nostro territorio, da oltre un secolo incanta i piemontesi e i turisti in arrivo da ogni parte del mondo. Assaporiamolo e viviamolo insieme!”.