1

miq piano camosci 2019 51 2

FORMAZZA - 10-08-2022 -- Un doppio appuntamento nei dintorni di Ferragosto per la rassegna provinciale Musica in Quota. L'anticipo di Ferragosto, domenica 14, all'Alpe Crampiolo (qui) mentre mercoledì 17 si va in Formazza al Rifugio Città di Busto.

Rainelli al flauto traverso, Marco Brusa alla chitarra e Paolo Pasqualin alle percussioni.
Il duo Libertango, composto dal flautista Marco Rainelli e dal chitarrista Marco Brusa, nasce nel 2007 con l’intento di divulgare il repertorio per flauto e chitarra, da fine ‘700 ai giorni nostri, affiancandolo a originali e interessanti trascrizioni. Nel 2017, a 10 anni dalla costituzione del gruppo, viene registrato il disco “Gusto Latino” contenente la celebre Histoire du Tango di Astor Piazzolla, omaggi a danze tipiche della tradizione sudamericana e a importanti compositori quali Jobim, Toquiño, Gardel, Villa-Lobos. Il progetto si è recentemente rimodulato trasformandosi nel Trio Libertango, avvalendosi della preziosa collaborazione del percussionista Paolo Pasqualin, grazie al quale l’evidente impronta popolare dei brani latini viene arricchita dai suoni e dalla ritmica delle percussioni.
DATI TECNICI. Ritrovo: ore 8.00, parcheggio sotto la diga di Morasco (Riale). Itinerario: Diga di Morasco – Alpe Bettelmatt – Rifugio Città di Busto. Dislivello: 740 metri (difficoltà: E). Tempo percorrenza: 2h 30′. Guida: Otello Facchini 348 6022824 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Associazione AccompagNatur. Pranzo al sacco. In alternativa possibilità di ristoro presso il Rifugio Città di Busto. Per info e prenotazioni (fortemente consigliate) 379 1477005, e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Dal parcheggio a pagamento sotto la diga di Morasco (Riale) si risale a destra la comoda strada che porta alla casa del guardiano della diga e si prosegue costeggiando il lago fino in fondo, nei pressi della stazione di partenza della funivia Enel. Restando in costa a destra si raggiunge il sentiero che sale rapidamente e porta nello stupendo vallone di Bettelmatt, alpeggio rinomato per la produzione dell’omonimo e squisito formaggio. Lo si percorre fino in fondo, per raggiungere il gruppo di baite, e si prende quindi il sentiero – ripido ma ben evidente – che sale gli ultimi 350 metri di dislivello fino alla Piana dei Camosci e al Rifugio Città di Busto: magnifico il paesaggio d’alta quota, con vette sopra i 3000 m e ampie valli, scenari alpini meravigliosi e ricchi di storia.
Al parcheggio, punto di partenza dell'escursione, la guida Otello Facchini spiegherà il percorso da seguire e fornirà tutte le informazioni necessarie e le cautele per affrontare correttamente l’escursione in autonomia. La guida sarà presente anche durante il concerto e illustrerà le peculiarità storiche e ambientali del nono palcoscenico naturale di Musica in Quota 2022.