1

terme di premia corsi di acquaticita ph mazzucchelli vecchi

PREMIA- 12-05-2022-- Le Terme di Premia non rappresentano solo un polo di divertimento e relax: dopo la riapertura delle piscine mercoledì 1° giugno, dal 6 giugno riprendono i corsi di acquaticità neonatale e da giovedì 9 giugno riapre al pubblico anche il reparto terapeutico.

Le proprietà naturali e benefiche dell'acqua termale solfato calcica, che sgorga dalla fonte ad una temperatura di 42°, sono infatti utili nel trattamento di diverse patologie in ambito dermatologico, articolare, vascolare e respiratorio, grazie alle cure inalatorie, balneoterapiche e flebologiche.

 

"Siamo soddisfatti che la riapertura del nostro centro termale, prevista alle porte dell'estate, – afferma il Presidente della società, Claudio Alberti Violetti – possa riguardare anche il reparto forse meno conosciuto di Premia Terme, quello dedicato alla cura della persona. L'utilità terapeutica delle nostre acque è dimostrata da numerosi studi, che hanno restituito eccellenti risultati in diversi ambiti. La maggior parte delle nostre terapie sono inoltre effettuabili in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale, diventando quindi facilmente fruibili da una larga percentuale di pazienti.

 

Anche ai più piccoli sono dedicate attività specifiche: l'esperienza ludico-formativa in piscina è fondamentale nei primissimi anni di vita, per sviluppare nei bimbi stimoli diversi, nuovi schemi di postura, un maggior controllo della respirazione." Le cure inalatorie, indicate per le affezioni alle vie respiratorie (tra cui infiammazioni croniche delle prime vie aeree, otiti, tracheiti, bronchiti e faringolaringiti croniche), prevedono inalazioni, aerosol e docce nasali micronizzate.

 

Terapie convenzionate con il SSN sono inalazioni termali (particolarmente indicate nelle affezioni delle alte vie respiratorie) ed aerosol termali (utilizzati per le affezioni delle basse vie respiratorie), mentre le docce nasali micronizzate termali (indicate in tutte le patologie catarrali del naso e della gola e nelle sinusiti) costituiscono uno specifico trattamento a pagamento.

Le cure balneoterapiche – con immersione del paziente in una vasca contenente acqua termale naturale a circa 36-40°seguita da un periodo di riposo sul lettino – sono un approccio terapeutico antico e naturale per la prevenzione e la cura delle malattie artroreumatiche e dermatologiche: artrosi, reumatismi, nevralgie e mialgie, osteoporosi, psoriasi, eczemi e dermatite atopica sono tra le patologie che traggono maggior beneficio dalla cura alle Terme di Premia.

Indicate per insufficienza venosa cronica degli arti inferiori, postumi di flebopatie, esiti o postumi di intervento chirurgico vascolare, le cure flebologiche consistono in un percorso vascolare su ciottoli, in vasche di acqua termale a temperaturaalternata.

 

Camminare prima nell'acqua termale calda e poi in quella fredda, in due vasche parallele dal fondo discontinuo ricopertoda grossi ciottoli, oltre a riattivare la circolazione, costituisce un piacevole massaggio della pianta del piede. L'alternanzacaldo-freddo a cui vengono sottoposte le gambe stimola una ginnastica vascolare che potenzia il tono delle pareti venose.

Anche cure balneoterapiche e flebologiche sono terapie convenzionate con il SSN.

 

Al via lunedì 6 giugno, i corsi di acquaticità sono un'attività di fondamentale importanza per i più piccoli. Dedicata a bimbie neonati da 0 a 4 anni, l'attività in acqua è infatti un’esperienza cognitiva, sensoriale e ludica attraverso la quale il bambinorinforza il sistema cardio-circolatorio, respiratorio e l'apparato scheletrico. Non bisogna sottovalutare anche la valenza psico-pedagogica dei corsi di acquaticità: i bimbi rafforzano la relazione affettiva col genitore che entra in piscina con loro e sviluppano la propria capacità di socializzazione con altri bambini e con gli adulti. Ma anche i genitori posso trarre un beneficio personale dal nuovo approccio con il neonato che familiarizza con l'acqua.