1

273045339 10218294667632877 1456297949405418215 n

CANNOBIO - 11-03-2022 -- Parte da Palazzo Parasi la mostra itinerante "Visionary Women" di Jill Mathis. La fotografa texana che ha scelto da lungo tempo di vivere a Mergozzo, propone un racconto fotografico dell'imprenditoria al femminile nel VCO attraverso ritratti di donne di successo. Donne imprenditrici in settori considerati non convenzionali per il sesso femminile, donne "visionarie", appunto.
La mostra propone scatti in grande formato (80x120 e 120x180), realizzati in 12 imprese e accompagnati da brevi testi.
Industria, artigianato, agricoltura, ricerca scientifica, i settori toccati.
"Vi sono aziende della moda, con i cappelli Panizza; del tessile, con Manifattura Domodossola; degli accessori, con la produzione di occhiali Estyl. Il Consorzio a guida femminile Erba Böna si occupa di coltivazione e trasformazione delle erbe di montagna. L’artigianato del legno è l’ambito in cui opera Legnoart, mentre diverse sono le realtà a guida femminile che trattano la lavorazione della pietra, settore storicamente importante in questo territorio. Si va dal duro lavoro del taglio di Montorfano Graniti, un’impresa giovane e interamente voluta e gestita da una donna, al riutilizzo degli scarti di cava di Moro Serizzo con il progetto Pietre Trovanti, un’invenzione femminile, che la dice lunga sull’attenzione ambientale della sua ideatrice, per arrivare a una grande industria di produzione di lame e filo diamantato per il taglio delle pietre, Stein Varz, amministrata al femminile.
Due grandi industrie metalmeccaniche a guida femminile portano avanti da più generazioni lavorazioni specializzate: Cerutti Inox di attrezzature HORECA ed elementi di carpenteria in acciaio, AVO di ruote di ogni tipo e materiale. Un forte orientamento alla ricerca applicata alla produzione di speciali abrasivi caratterizza ADI International Chips. Mentre il settore della ricerca scientifica pura è quello in cui opera la scienziata del CNR – Istituto di Ricerca sulle Acque, che testimonia il valore etico del suo impegno speculativo per la salvaguardia dell’ambiente".
LA MOSTRA A CANNOBIO
Sabato 26 marzo, alle ore 16 al teatro di Cannobio, sarà presentato il progetto artistico e sociale dell'esposizione, volta a valorizzare lo sguardo fotografico femminile sul lavoro di altre donne.
Seguirà poi la visita alla mostra in Palazzo Parasi.
Successivamente, a partire da domenica 27 marzo e fino a lunedì 18 aprile la mostra sarà visitabile a Palazzo Parasi nei seguenti giorni e orari:
- venerdì ore 16-18;
- sabato ore 10.30-12.30 e 16-18;
- domenica ore 10.30-12.30;
- lunedì 18/04 (Pasquetta) ore 10.30-12.30.

La mostra è curata da Giulia Grassi, promossa dal' Associazione Pro Museo del Cappello aps / Rete Museale Alto Verbano e il sostegno di: Fondazione Comunitaria VCO, Unione del Lago Maggiore, Unione Industriale VCO, Soroptimist Verbano.
LE SEDI ESPOSITIVE:
Cannobio, Parasi (sabato 26 marzo - lunedì 18 aprile)
Verbania, Villa Giulia (sabato 30 aprile - domenica 29 maggio)
Santa Maria Maggiore, Palazzo Mandamentale (giovedì 2 giugno - domenica 19 giugno)
Mergozzo, Antica Latteria (giovedì 30 giugno- domenica 24 luglio)
Ghiffa, Sala Panizza-Brunitoio (sabato 30 luglio - domenica 14 agosto)
Omegna, Forum (sabato 10 settembre - domenica 2 ottobre 2022)
Domodossola, Sala mostre La Motta (sabato 8 ottobre - domenica 13 novembre 2022).