1

Stresa staz ferr

STRESA - 15.04.2021 - “La decisione di chiudere la biglietteria della stazione ferroviaria di Stresa è assolutamente incomprensibile. Non si tratta solo di un luogo dove acquistare un titolo di viaggio, bensì è l’autentico primo 'biglietto da visita' della città, un punto di contatto e di presidio che è sempre stato un importante presidio a servizio della collettività, intesa come cittadini e visitatori”.

Coì un comunicato del Distretto Turistico dei Laghi, che evidenzia come la paventata chiusura della biglietteria sia un provvedimento “ancor più inopportuno nel momento attuale, in cui gli sforzi di un intero territorio si stanno concentrando nella preparazione della ripartenza turistica". Ad essere penalizzato in particolare sarà  il cosiddetto “turismo di prossimità”, che nei mesi della ripartnza avrà un ruolo particolarmente importante: "Stresa è il fulcro dei territori del distretto e molte persone scelgono il treno per muoversi. Va aggiunto che molto si è fatto, in termini di promozione, a Milano e Torino,  ovvero le due città da dove parte alla volta di Stresa una quota importante di turisti, anche per una vacanza breve o un lungo fine settimana. La biglietteria va riaperta e mantenuta attiva, almeno nel periodo di alta stagione”.