1

vigezzo vista panorama

VCO-19-02-2021-- Il Vco, in particolare la valle Vigezzo, insieme a Biella, è l' osservato speciale in Regione con i suoi 194 casi per 100 mila abitanti, quando in Regione la media è di  117.

Ecco l'estratto dell' ordinanza del presidente Alberto Cirio per la zona rossa:

 

 

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833, inmateria di igiene e sanità pubblica. Ulteriori misure in relazione al territorio dei Comuni diCraveggia, Druogno, Malesco, Re, Santa Maria Maggiore, Toceno, Villette

 

RILEVATO che, in data 19 febbraio 2021, il Gruppo di monitoraggio, nella persona della d.ssaPasqualini, ha relazionato alla Giunta regionale in merito a criticità o allerta riferibili a tutto ilterritorio piemontese e che, anche alla luce del “Monitoraggio Fase 2 Report 40” riferito allasettimana 8 – 14 febbraio del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, indicando, inparticolare, che:in Piemonte, dal 11 gennaio 2021 si registra un andamento stazionario dell’epidemiaCOVID-19, con una media di 732 nuove diagnosi confermate al giorno;

il 18 febbraio, a livello regionale, sono stati osservati 940 casi, pari a un tasso di incidenza di117 casi x 100.000 abitanti; la variazione percentuale calcolata tra due periodi consecutivi disette giorni (12.2 - 18.2 vs 5.2 - 11.2) risulta pari a -0.9%; la riduzione si osserva in tutte leprovince a eccezione di quella Biella e del Verbano – Cusio – Ossola (VCO) che presentano un incremento rispettivamente del 23% e del 66% rispetto alla settimana precedente;

nel VCO, si osserva anche un tasso di incidenza settimanale di 194 casi x 100.000 abitanti, significativamente più alto del tasso regionale (117 casi x 100000 abitanti);

il 48% dei casi riguarda il distretto di Domodossola, con una concentrazione di segnalazioni in Val Vigezzo, in particolare nei comuni di Re, Monte Crestese, Craveggia, Malesco, Santa Maria Maggiore, che complessivamente mostrano un tasso di incidenza di 14 casi per milleabitanti;

tra questi, Re è il comune nel quale sono stati osservati il maggior numero di nuovi casi (39 dal 01 al 19 febbraio) e dove si calcola un valore nettamente superiore del tasso di incidenza anche rispetto ai comuni limitrofi: negli ultimi sette giorni raggiunge i 52 casi per 1.000abitanti

il quadro complessivo dell’andamento epidemiologico dell’epidemia in Piemonte è disostanziale stabilità, con un’incidenza (114 casi per 100.000 abitanti) che risulta lievemente ridotta rispetto alla settimana precedente (117 casi per 100.000 abitanti);

IL PRESIDENTE ORDINA  le seguenti misure:

1)a decorrere dalle ore 18.00 del 20 febbraio 2021 e sino al 26 febbraio 2021 compreso, con eventuale proroga sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico, nel territorio del Comune di Re, sito nella provincia del Verbano Cusio Ossola, si applicano le misurepreviste dall’art. 3 del D.P.C.M. del 14 gennaio 2021;

2)a decorrere dalle ore 18.00 del 20 febbraio 2021 e sino al 26 febbraio 2021 compreso, coneventuale proroga sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico, con riferimento al territorio dei Comuni di Craveggia, Druogno, Malesco, Re, Santa Maria Maggiore, Toceno,Villette, siti nella provincia del Verbano Cusio Ossola, sono adottate le seguenti misure:

a) si svolgono esclusivamente con modalità a distanza anche le attività scolastiche e didattiche delle classi delle scuole primarie e del primo anno di frequenza delle scuole secondarie di primo grado, statali e paritarie aventi sede nel territorio dei predettiComuni;

b)sono sospesi i servizi educativi pubblici e privati per l’infanzia di cui all’art. 2 deldecreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, nonché le scuole dell’infanzia, statali e paritarie aventi sede nel territorio dei predetti Comuni;

c)nelle scuole di ogni ordine e grado dei predetti Comuni:le attività di laboratorio sono sospese;resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’Istruzione n. 89 del 7 agosto 2020 e dall’ordinanza del Ministro dell’Istruzione 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica a distanza;

3)le Aziende Sanitarie Locali competenti devono disporre il monitoraggio quotidiano mediante contact tracing per i Comuni della Val Vigezzo e della Provincia di Biella;

4)il mancato rispetto delle misure previste dal presente Decreto, ai sensi di quanto disposto dall’articolo 2 del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, è sanzionato secondo quanto previsto dall’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito conlegge 22 maggio 2020, n. 35.Il presente decreto ha efficacia dal 20 febbraio 2021 sino al 26 febbraio 2021.

INFORMA il Ministro della salute ai sensi del decreto-legge n. 33 del 16 maggio 2020