1

foto ridotta per videointervista 1

 

DOMODOSSOLA-10-1-2021-- Durante la Messa della notte di Natale, nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe lavoratore a Cosasca, il parroco, don Paolo Cavagna ha benedetto due copie a grandezza naturale degli affreschi che adornano la piccola cappella di Santa Marta, alla periferia del paese.

 

Le riproduzioni erano state collocate ai lati del presbiterio della chiesa un paio di giorni prima. Secondo lo studioso e critico d’arte don Tullio Bertamini quegli affreschi potrebbero essere addirittura quattrocenteschi. La cappella ha bisogno di interventi e l’Associazione culturale “Navasco” di Trontano ha promosso quest’iniziativa per valorizzarla; nel frattempo sta cercando di fare il possibile perché questo piccolissimo edificio di culto si salvi dal degrado e dall’incuria.

 

Abbiamo visitato la cappella insieme a Daniela Borri e Ferruccio Sbaffi, presidente e vice presidente dell’Associazione Navasco, chiedendo loro di illustrarci queste opere d’arte e spiegarci da cosa nasce l’idea di riprodurle.   Videointervista a Daniela Borri e Ferruccio Sbaffi