1

94900799 3160321584025427 2618249687555112960 n

CRODO - 22-12-2020 -  Oggi, martedì 22 dicembre (ore 17.30) in videoconferenza sulla piattaforma GoToMeeting), a cura dell'istituto Innocenzo IX di Baceno è in programma il secondo incontro dedicato a Giovanni Leoni alias Torototela (cantastorie), il principale poeta dialettale dll'Ossola del quale ricorre il centenario della morte, avvenuta a Mozzio di Crodo nel 1920.
A parlare di "Giovanni Leoni: poesia e musica del Torototela" saranno Paolo Crosa Lenz e Lisanna Cuccini che rispettivamente parleranno del Torototela e della poesia dialettale dell'Ossola e in Val Divedro.
Ad Enzo Sartori il compito di presentare il Leoni musicista compositore e, alle alunne della Scuola Primaria di Baceno coordinate dalla maestra Sara Prina, la recitazione e lettura di alcune sue poesie tra le più rappresentative.
Moderatori, sempre per l' "I.P.S.A.S.R. S. Fobelli di Crodo" e
l' "I. C. Innocenzo IX", i Professori Costa e Prina.
L'incontro avrà una durata massima di 90 minuti e vi si potrà accedere facilmente attraverso il seguente link:
https://global.gotomeeting.com/join/984714509  
Maggiori info e assistenza si possono chiedere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Il cavalier Giovanni Leoni era nato a Domodossola nel 1846.  A 24 anni emigrò in Sud America, fermandosi in Uruguay, dove si arricchì con il commercio di tessuti e di merci varie. Una volta diventato un facoltoso commerciante tornò però in Ossola per vivere di rendita. Qui si dedicò alla poesia divenendo post mortem un dei più famosi poeti dialettali della zona. Amante della montagna, si occupò di alpinismo presiedendo la sezione di Domodossola del CAI e fondando la Pro Devero, associazione che rese la Valle Devero una nota località alpina. Forte il suo impegno per la costruzione del bivacco sul Monte Cistella che era divenuta una meta alpinistica molto frequentata. Il rifugio venne inaugurato nel 1901 e poi ristrutturato per la prima volta nel 1920 in occasione della morte di Giovanni Leoni.
Le sue poesie furono pubblicate postume (Rime Ossolane, 1929). Recentemente l'editore Grossi di Domodossola gli ha dedicato un libro a cura di Gabriella Boni Andreis "Giovanni Leoni Torotela. L'ossolano dei due mondi cent'anni dopo".