1

lafo cavalli andomia easytrek

ALTO PIEMONTE_ 24-10-2020-- Con Easytrek questa settimana

andiamo virtualmente al al Rifugio Andolla:

NFORMAZIONI      Località di partenza: Diga Lago di Cheggio (o dei Cavalli)      Quota di partenza: 1490 m      Dislivello: 571 m      Tempo di percorrenza: 3 ore in salita      Difficoltà: media (T)      Copertura telefonica: parziale  COME ARRIVARCI  Una volta arrivati in località Antrona Schieranco, si prosegue sulla strada principale, seguendo i cartelli per “Cheggio”. La strada è piuttosto stretta una volta lasciato il paese di Antrona, quindi consigliamo di prestare attenzione. Raggiungere la diga è molto semplice; si segue sempre la strada fino a che non si interromperà in uno spiazzo sterrato di fianco alla diga. Da qui inizierà il percorso. 

PERCORSO  Dal piazzale si va verso il muraglione della diga per poi percorrerlo tutto. Una volta giunti dall’altra parte, sulla destra è presente un cancelletto chiuso; bisogna aprirlo per intraprendere il sentiero. Da qui il percorso prosegue come giro lago ed è pianeggiante, con tratti di terreno bagnato per via dei corsi d’acqua. Proseguendo su questa strada ci si inoltra verso il fondo del lago, attraversando un ponte di legno per poi percorrere una breve salita che porta a superare quella “collina” che ostacola la splendida vista di tutto il lago turchese, immerso nel verde degli abeti. Bene, dopo aver immortalato lo stupendo paesaggio, si riprende il nostro cammino costeggiando dall’alto il fiume Loranco. Continuando l’escursione su questo sentiero, si arriva ad una piccola piana con molti massi ed una cappelletta in ricordo di un alpinista; Piana Ronchelli. Da qui, alzando lo sguardo si può vedere meglio il rifugio ormai vicino. È tutto un inganno però.

La vicinanza è solo apparente, visto che per arrivarci bisognerà affrontare una piodata in salita, di quasi un’ora (che in piena estate è costantemente sotto il sole). Però niente sconforto e dritti alla meta. Una volta scollinati e giunti, quindi, al Rifugio Andolla a 2061 mt. la vista vi ripagherà di tutti gli sforzi. Consigliamo questo percorso da maggio a novembre, ma comunque in periodi in cui non ci sia neve, per non incorrere in pericoli valanghe; senza contare che il rifugio, nella stagione invernale, è chiuso. Attenzione comunque nel periodo di maggio-giugno, in quanto sono ancora presenti grosse slavine da superare. Consigliamo quindi di avere con sé i trekking pole. 

PER SAPERNE DI PIU':

Schermata 2020 10 24 alle 10.05.46