1

Calosso AT Castello

PIEMONTE – 07-10-2020 -- Sarà un’edizione eccezione quella delle Giornate Fai

2020 che per la prima volta prevede ben due fine settimana di aperture straordinarie: sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre.
Sarà anche un’edizione particolarmente sentita perché dedicata a Giulia Maria Crespi, scomparsa lo scorso luglio.
Anche quest’anno promotori sono i Gruppi FAI Giovani, ideali eredi e testimoni dei valori che per tutta la vita hanno guidato la Fondatrice e Presidente Onoraria del FAI. I giovani scenderanno in piazza per seminare conoscenza e consapevolezza del patrimonio di storia, arte e natura italiano e accompagneranno il pubblico, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, alla scoperta di luoghi normalmente inaccessibili, poco noti o poco valorizzati in tutte le regioni.
Storiche dimore signorili, castelli, giardini, sedi istituzionali, chiese, complessi conventuali e tante altre chicche come borghi, collezioni private e luoghi solitamente riservati agli addetti ai lavori si sveleranno attraverso punti di vista insoliti.
Tutti i visitatori potranno sostenere il FAI con una donazione libera - del valore minimo di 3 € - e potranno anche iscriversi al FAI online oppure nelle diverse piazze d’Italia durante l’evento. La donazione online consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti saranno limitati.

Tra le aperture più interessanti in Piemonte:

Torino - Castello del Valentino, visite sabato 17 e domenica 18 ottobre
Il Castello del Valentino, inserito dal 1997 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, oggi ospita il Dipartimento di Architettura del Politecnico. Durante le Giornate FAI d’Autunno si potranno visitare, al piano nobile, il salone d’onore e le stanze più significative dei due appartamenti reali a esso collegati. Il percorso riporterà a piano terra, dove si visiterà la piccola cappella, con pianta rettangolare e finemente ornata con stucchi bianchi raffiguranti elementi vegetali, festoni di fiori e frutta e testine di putti.

Castagneto Po (TO) - Parco di Villa Ceriana, visite sabato 24 e domenica 25 ottobre – apertura concessa dalla Croce Rossa Italiana

Nel 2019 la Croce Rossa Italiana ha ricevuto in dono dalla Fondazione Alwaleed Philanthropies, presieduta dal principe saudita Al Walid bin Talal, una dimora storica sulla collina di Torino: Villa Bruni Tedeschi, già Ceriana. La prestigiosa dimora dell'XI secolo, gioiello della campagna torinese, era una delle più raffinate e importanti residenze europee. Situata sui pendii delle colline torinesi si estende per circa 1.500 metri quadrati e conta più di 40 stanze con affreschi antichi e decori originali. All'esterno la villa è circondata da un parco di 144 ettari.

Alessandria - Itinerario dedicato a Ignazio Gardella

Durante le Giornate FAI d’Autunno si potranno visitare tre opere dell’architetto milanese Ignazio Gardella (1905-1999).
Le Case per gli impiegati della Borsalino (sabato 17, domenica 18 e 25 ottobre), commissionate dal cappellificio Borsalino per i propri dipendenti e di cui si potranno visitare l’ingresso e la sede del collegio degli ingegneri. Un’altra tappa dell’itinerario sarà il Presidio Riabilitativo Teresio Borsalino (visite sabato 17, domenica 18 e 25 ottobre), nato in seguito all’alluvione del novembre 1994.
Ancora, il Dispensario antitubercolare di Alessandria (visite sabato 17, domenica 18 e 25 ottobre), luogo di prevenzione contro la tubercolosi realizzato tra il 1934 e il 1938, è una delle opere più celebri di Gardella. L’edificio è stato riportato allo splendore originario ed è oggi utilizzato come poliambulatorio: ha quindi mantenuto la sua funzione sanitaria.

Calosso (AT) - Castello medievale, visite sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre

Il castello di Calosso è un imponente edificio che si stratifica in diverse fasi costruttive a partire da epoca antecedente al mille, poi parzialmente distrutto nel 1318 durante il conflitto tra i Guelfi della famiglia Solaro e la fazione ghibellina di Asti. Sono visitabili, oltre al giardino e ai sotterranei e alle segrete, anche gli ambienti privati come la biblioteca, un salotto, la sala da pranzo e la cappella.

Trivero (BI) Cascina Pilota Zegna – Archivio storico e museale e polo di aggregazione culturale, visite sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 ottobre

Dal 2015 l’Alpe Pilota, tra i progetti di rimboschimento e antropizzazione di Ermenegildo Zegna per il biellese, ospita un’azienda agricola a conduzione famigliare, che intende rendere le proprie produzioni parte integrante del territorio. Oltre si potrà visitare il Lanificio e nel ‘teatrino’ Ermenegildo Zegna si terranno dei laboratori didattici per creare una piccola collezione di moda a misura di bambino.