1

Premio testore

CRAVEGNO - 06-10-2020 -- Tutto pronto per la cerimonia di premiazione

dell' edizione 2020 del Premio letterario internazionale "Andrea Testore - Plinio Martini Salviamo la Montagna", in programma per sabato 10 ottobre alle ore 15 presso la Sala multiuso.  
Nonostante la crisi dovuta alla pandemia mondiale, questa undicesima edizione del premio letterario internazionale ha visto anche quest'anno  numerosi partecipanti provenienti dai  Grigioni italiano, Ticino, Piemonte, Veneto e  Lombardia. Circa una  sessantina i testi pervenuti alla Giuria che ha stilato   la seguente classifica.
Per la categoria Narrativa, Premio Plinio Martini, il primo posto è stato assegnato pari merito a Maria Pia Pallotta Parlanti (Preglia di Crevoladossola) con "Ul Pian dul Scricc" e a Fabio Copiatti (Belluno) con "Sofia e la grande nevicata" . La seconda posizione è di  Alberto Jelmini (Ascona) con " La nascita del vitellino" , terzo posto per Sonia Galli-Fonti (Lugano) con " Il sonno delle gemelle" .  Elena Giudici, Carlo Bava e Marco De Ambrosis sono stati segnalati per i loro scritti.
La sezione Poesia vede  al primo posto Maria Rosa Corti (Tremezzina) con "Pietra Sangue", Fabiola Schneebeli (Bellinzona) con " Genti" e Sergio Di Benedetto (Ologna) con "Alpe san Michele" , rispettivamente al secondo e terzo posto. La Giuria ha anche  segnalato le poesie di Maria Lina Bocchetta, Francesca Negroni ed Eli Mordasini.
Vincitore unico nella sezione Emigrazione è Rocco Cavalli di Avegno, con il testo "  La casa dell’emigrante" .
La sezione Giornalismo ha premiato  l’articolo di Marco Travaglini (Torino) "Nino Chiovini e l’eredità della cultura di montagna" . Elia Stampanoni (Bigorio) si classifica   secondo  con l’articolo uscito  sul settimanale "Azione", intitolato "Quando il suolo si scalda" . Terzo posto per Alessandra Longo (Oulx) con il  testo " Alpi Cozie. Parchi. Per chi?" pubblicato sul periodico "Passaggi e Sconfini." Segnalati inoltre  i giornalisti Luisella Mazzetti per l’articolo "Quando ad Agaro si andava a scuola d'estate" e Matteo Giottonini con "Lungo la solitaria scala nel cielo del Pécianett."
Tutti i testi premiati si potranno consultare sul sito della Fondazione Valle Bavona (www.bavona.ch) a partire dalla metà di ottobre.
Gli interessati a partecipare sono invitati ad iscriversi contattando la Fondazione Valle Bavona (091 754 25 50), in quanto, per rispetto alle norme sanitarie vigenti, il numero di posti è limitato.