1

Schermata 2020 08 03 alle 14.30.26

FORMAZZA- 03-08-2020--Musica in quota ha celebrato il centenario

della nascita di Gianni Rodari, con un appuntamento festoso al Monte Zuoli, affacciato sul Lago d'Orta. Domenica 2 agosto un grande successo di pubblico, con tante famiglie, ha salutato con favore lo spettacolo tra musica, parole, circo e bolle di sapone. Ora il festival si sposta per un doppio concerto in alta quota nella splendida Valle Formazza.

Cambio radicale di palcoscenico, dunque, già per mercoledì 5 agosto, quando le note di Musica in quota raggiungeranno le vette più alte della stagione. Sarà l'alta valle formazza ad ospitare il concerto del Laetimusici Ensemble formato da Vincenzo Zitello, arpa celtica - Claudio Rossi, violino, chitarra e bouzouki - Giovanni Galfetti, organo - Carlo Bava, ciaramella, chalumeau e saxofono - Maria Cristina Pasquali, progetto e narrazione.


Lo spettacolo “Arbul” proposto dall'Ensemble è un percorso narrativo e musicale originale: accompagna idealmente il pubblico nell’attraversare gli orizzonti vegetazionali che caratterizzano l’arco alpino. Nello spettacolo, arpa celtica e bardica, organo, strumenti ad ancia, violino, chitarra e bouzouki dialogano con una narrazione evocativa di aspetti troppo spesso dimenticati della montagna. Interpretano melodie di un
variegato repertorio, arrangiato in modo inedito e decisamente personale. Dalle composizioni di Zitello e Galfetti ai grandi classici di De Marzi e Morricone, passando attraverso la grande tradizione popolare
europea.

L'itinerario – senza l'accompagnamento delle guide escursionistiche – parte dal posteggio antistante la diga di Morasco (1800 m) a Riale; si prosegue costeggiando la sponda destra del lago di Morasco, iniziando la salita per il vallone del Bettelmatt per poi svoltare decisamente a sinistra per entrare nella Valle del Sabbione. Lungo un irto ma sicuro sentiero si prosegue, tenendo sempre la sinistra della valle, e si percorre il lungo costolone che porta alla diga del Sabbione (2521m). Da qui mancano pochi metri di dislivello per arrivare al Rifugio CAI Somma Lombardo, arroccato sulla costa sinistra del meraviglioso Lago dei Sabbioni, con, sullo sfondo, l’Arbola (3235 m) e il suo ghiacciaio.


Sabato 8 agosto, in occasione dell'incontro annuale tra le comunità di Formazza e Bedretto, il palcoscenico di Musica in quota sarà il meraviglioso scenario d'alta quota del Passo San Giacomo. A salire sul palco sarà la Otto Street Band, formazione nata nel 2014 e formata da musicisti che condividono da molti anni la passione per la musica di tipo itinerante. Il loro repertorio spazia dal dixieland agli standard
jazz e latini, fino alla musica folkloristica. A causa delle restrizioni dovute al contenimento della diffusione del Covid-19, anche questa escursione non sarà accompagnata dalle guide. Il concerto inizierà alle ore 11.30, dunque si consiglia la partenza da Riale (posteggio presso il Centro Fondo) intorno alle ore 8-8.30. Da Riale si sale subito sul sentiero ripido (o lungo la più semplice – ma anche più lunga – strada sterrata) che porta verso la Val Toggia con 400 metri di dislivello. Passando davanti al Rifugio Maria Luisa si giunge nella distesa quasi pianeggiante della Val Toggia, con la diga costruita nel 1929 e dalla capienza di 15,5 milioni di metri cubi di acqua. La strada bianca si snoda sulla sinistra del lago in leggera salita e in circa 3 km si raggiunge il Passo San Giacomo (2313 m).
In caso di maltempo il concerto è annullato. Pranzo al sacco.