1

villa nigra

MIASINO -08-07-2020 --  Il 2 luglio a Ferrara

si è tenuta la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale “Domus Restauro e Conservazione” , una manifestazione di indubbio valore volta a fare conoscere restauri architettonici che abbiano saputo interpretare in modo consapevole i princìpi conservativi nei quali la comunità scientifica si riconosce, anche ricorrendo a forme espressive contemporanee.


La bella notizia che riguarda il territorio del lago d’Orta è che il progetto dell’Arancera di Villa Nigra di Miasino è tra gli otto progetti segnalati nella short list di questo Premio.


Un riconoscimento, questo, del grande lavoro fatto in piena sinergia con il Comune di Miasino, l’Associazione Culturale Asilo Bianco, la Soprintendenza e con il contributo di tecnici e sponsor.  Gli interventi, in progress, e suddivisi in lotti, daranno nuova vita all’edificio e al parco donandoli alla collettività: nuovi spazi per la cultura, per il coworking, un info point turistico, laboratori e attività culturali di valorizzazione.  L’obiettivo è quello di conservare il carattere storico dell’edificio valorizzandone la spazialità interna, anche in termini di materia, di trasparenza e di atmosfera e non solo di mero utilizzo.


A breve partiranno i lavori di un terzo lotto grazie al contributo di Fondazione Cariplo, Comune di Miasino, Asilo Bianco e alla sponsorizzazione di alcune aziende private.


Il progetto “Villa Nigra. Cultura e impresa per lo sviluppo di un territorio liquido” fa parte del bando “Patrimonio culturale per lo sviluppo” di Fondazione Cariplo.  Quest’anno il Premio “Domus Restauro e Conservazione” ha assegnato due medaglie d’oro: una al progetto di Jaco Booyens per il recupero di una fattoria in Sudafrica e una al progetto di Ilaria e Giorgio Forti per il restauro di Santa Maria di Nazareth a Venezia. Le due medaglie d’argento sono state assegnate al recupero del centro artistico Ten Bogaerde in Belgio di Govaert & Vanhoutte Architects e al progetto svizzero di un loft alpino dello studio Haratori. Completano il premio dieci menzioni con progetti che arrivano da Russia, Cina, Austria, Inghilterra, Svizzera, Francia, USA e Italia e gli otto progetti nella short list tra cui l’Arancera di Villa Nigra di Miasino.


r.a.