1

santantonio padova anzino

ANZINO – 11-06-2020 - Come ogni anno

ad Anzino si preparano i solenni festeggiamenti di S. Antonio di Padova che si svolgeranno sabato 13 e domenica 14 giugno. “Una situazione particolare che, data l’emergenza sanitaria, non consentirà lo svolgimento dei festeggiamenti nella loro forma consueta per i quali il santuario si è attrezzato, in modo da garantire l’arrivo dei pellegrini e la partecipazione alle funzioni in piena sicurezza e nel rispetto di tutta la normativa anticovid vigente” fanno sapere dalla Parrocchia.

All’interno del santuario sono stati individuati circa 50 posti come capienza complessiva rispettando i criteri di distanziamento sociale imposti. Per questo si potrà seguire la messa anche dal sagrato davanti alla chiesa, dove sono allestiti altri 70 posti a sedere sempre nel rispetto della distanza. Il prato nei giorni del 13 e 14 giugno sarà recintato. Per partecipare alle funzioni sarà necessario prenotarsi, per evitare situazioni spiacevoli di eccessivo afflusso, e quindi necessità di respingere qualcuno. La prenotazione è completamente gratuita. Per prenotarsi basta mandare un messaggio tramite messaggio o wathsapp al numero 340 387 3843, indicando nome e cognome, giorno e funzione alla quale si vuole partecipare, se si preferisce stare dentro la chiesa (finchè ci sono posti) o nel prato davanti oppure prenotandosi sul sito www.billeGo.it (cercare “Anzino”). In quei giorni non sarà possibile entrare alle funzioni senza la prenotazione. Ecco gli orari delle celebrazioni: Sabato 13 giugno - Festa di S. Antonio di Padova ore 6.00, ore 7.30, ore 9.00, Messa all’altare del Santo; ore 10.30, Messa solenne; ore 15.30 Vespri solenni e benedizione eucaristica. Domenica 14 giugno - Festa dei Sant’Antonio di Padova e Bernardo ore 11.00 Santa Messa, ore 15.30 Vespri solenni e benedizione eucaristica. Le celebrazioni saranno trasmesse anche sulla pagina FB del santuario (hGps:// www.facebook.com/santuarioanzino/) e sul canale youtube parrocchievalleanzasca che è stato aperto in questi giorni e al quale il parroco don Fabrizio Cammelli invita a iscriversi. La Messa delle 10.30 sarà trasmessa anche su AzzurraTv VCO. “In questo modo sarà possibile seguire le celebrazioni anche per quei pellegrini e devoti che non se la sentano o non riescano a recarsi ad Anzino fisicamente per le feste – continua la nota della Parrocchia - Purtroppo non sarà possibile celebrare le processioni che contraddistinguono la festa anzinese lungo il percorso della via crucis settecentesca; non è infatti possibile in questo caso garantire il mantenimento delle distanze di sicurezza. Così come non sarà possibile fare il bacio della reliquia. Al termine di ogni funzione verrà però impartita la benedizione con la reliquia del santo. È sospeso anche il consueto incanto delle offerte. Sarà necessario poi attenersi alle regole vigenti per la celebrazione delle Messe (distanza sociale, uso delle mascherine, evitare affollamenti, divieto di ingresso a chi presenta sintomi influenzali). Per agevolare le operazioni di regolamentazione dell’afflusso al paese di Anzino la protezione civile della Valle Anzasca garantirà il servizio. All’interno del santuario i volontari regoleranno il flusso dei pellegrini garantendo il rispetto delle norme di sicurezza e delle regole. Le postazioni per accendere candele e per la prenotazione delle S. Messe saranno all’esterno della chiesa, diversamente dagli altri anni per evitare l’affollamento interno. Non sarà possibile fare i tradizionali Tredici Giri prima della Messa solenne, dato che il prato sarà recintato. Per chi vuole onorare questa usanza sarà possibile fare i Tredici Giri, privatamente, mantenendo tutte le norme precauzionali e sanitarie indicate, dopo la funzione dei Vespri, quindi intorno alle 17.00, quando l’accesso al prato sarà libero. L’accesso alla chiesa sarà regolamentato come segue, per motivi di sicurezza: dalle 5.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 accesso con prenotazione; dalle 12.00 alle 15.00 e dopo i Vespri (dalle 17.00) accesso libero. Come da tradizione dal 4 giugno è cominciata la novena con la Messa alle ore 7.00 e alle 20.30. Per queste funzioni non è necessaria la prenotazione. Il parroco don Fabrizio Cammelli, inviando le indicazioni dello svolgimento agli anzinesi ha dichiarato: “Le esigenze legate alla sicurezza ci chiedono uno sforzo e una pazienza maggiore quest’anno per festeggiare come si deve sant’Antonio senza problemi per la salute nostra e altrui. Sono sicuro che tutti affronteremo i disagi che questo ci chiede e ci atterremo a quanto predisposto per le celebrazioni. Vi ringrazio per l’aiuto che vorrete dare alla parrocchia in questa occasione. Vi ringrazio fin da ora per come vivremo queste giornate intense, chiedendo che ancora una volta sant’Antonio ci benedica e ci protegga”