1

iselle frontiera dogana finanza frontalieri

ROMA- 04-06-2020-- Quali iniziative si intraprenderanno per incentivare le relazioni bilaterali con la Svizzera e accelerare l’apertura delle frontiere con la stessa? Lo ha chiesto in queste ore il senatore della Lega Salvini Enrico Montani al ministro degli Affari esteri, attraverso un'interrogazione a risposta scritta.  "Dal 3 giugno 2020 - si legge - l’Italia ha abolito le restrizioni d’entrata alle frontiere coi paesi dell’area Schengen; la Svizzera ha informato il governo italiano sulla decisione di mantenere fino a nuovo avviso le restrizioni in vigore. Karin Keller-Sutter, capa del Dipartimento federale di giustizia e polizia svizzero, ha sconsigliato i viaggi in Italia finché i confini saranno chiusi, ovvero fino al 6 luglio. Al contrario, secondo quanto trapela da articoli di stampa, il 15 giugno la stessa Svizzera riaprirà i confini con Francia, Germania e Austria. Tale decisione - spiega Montani - avrà pesanti ripercussioni sul Vco a causa dei mancati introiti per mercati, alberghi e ristoranti, senza contare il blocco dei treni cisalpini e le conseguenti ricadute negative sul turismo. Per gli operatori del Verbano, per la Provincia del Vco e per l’indotto turistico del lago Maggiore, rischia di essere l’inizio di una stagione estiva disastrosa dal punto di vista economico".  Per questi motivi Montani "chiede di sapere quali iniziative il ministro in indirizzo intenda intraprendere per incentivare le relazioni bilaterali con la Svizzera e conseguentemente accelerare l’apertura delle frontiere con la stessa, anche tramite azioni volte ad incrementare l'attrattività del nostro Paese all'inizio della stagione estiva".