1

v taranto

VERBANIA - 19-05-2020 -- Taglio del nastro

con le autorità (e la mascherina) per Villa Taranto. Il desiderio di tornare alla normalità di Verbania è stato testimoniato ieri mattina dall’inconsueta cerimonia. Di norma l’apertura del parco botanico, che avviene a fine marzo, non è un evento, ma nel tempo del Covid-19, di attività bloccate e di un turismo -del quale Villa Taranto è uno dei simboli del Verbano- è messo in difficoltà, lo è diventato. Insieme al direttore Roberto Ferrari erano presenti il sindaco di Verbania Silvia Marchionini (che è anche presidente del Consiglio di amministrazione dell’ente); il prefetto Angelo Sidoti, che risiede e lavora nella villa, rimasta di proprietà dello Stato; il comandante provinciale dei carabinieri Alberto Cicognani; il nuovo questore Luigi Nappi; il comandante dei vigili del fuoco Felice Iracà; e il senatore Enrico Montani; il vicepresidente della Provincia Rino Porini.

Nella prima giornata di apertura sono stati staccati una cinquantina di biglietti. La chiusura delle frontiere e le norme governative che impediscono ancora lo spostamento da una Regione all’altra salvo che per comprovati motivi penalizzeranno ancora il giardino botanico, che conta in questo avvio di stagione sul turismo interno, nella speranza di poter essere presto ammirato nuovamente dagli stranieri.