1

teatro foto

NOVARA -19-05-2020 --La Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana

ha stretto un accordo con la Upo Alumni e Atl Novara, per un progetto che sia un regalo a medici, infermieri e a tutte quelle persone che sono state in primo piano e continuano ad esserlo in questo delicato momento in un'idea di rete tanto cara alla Fondazione. La relazione tra settore culturale e settore sanitario in gran parte del mondo è una realtà da diversi anni, ma è un aspetto ancora molto carente nel nostro Paese. All'estero, in molte università di medicina, tra i corsi sono inclusi percorsi didattici nei musei ed analisi delle opere come momento di sviluppo dell'empatia con i futuri pazienti. Oltre alle prescrizioni sanitarie, vi sono medici che prescrivono l'arte e le visite ai musei, come elementi coadiuvanti della terapia. In questo momento di forte emergenza sanitaria è stato sotto l'occhio di tutti l'impegno al di là di ogni resistenza fisica e mentale degli operatori dentro e fuori l'ospedale. Alla fine saranno persone decisamente provate.
Con l'accordo siglato dalla Fondazione e i partners citati, ci sarà la possibilità di offrire  la fruizione dell'arte da parte degli operatori sanitari.

L'idea è quella di organizzare "Percorsi sulla Bellezza"  per il personale medico, infermieristico e para sanitario. Quando la frenesia della fase di picco andrà a scemare avranno sicuramente bisogno non solo di riposo ma anche di strumenti per sopportare tutto quello che lo stress avrà causato.
Di una bellezza che ridia senso, che aiuti a guarire e a ripartire.
Quindi tra le ipotesi i biglietti del  cinema e del teatro sempre ridotti fino a giugno 2021, visite guidate alle bellezze della città, tramite guide professioniste, da luglio 2020; ed ancora visite guidate gratuite al Teatro Faraggiana con un percorso storico, artistico ed architettonico, da settembre di quest'anno. Inoltre i siti dei partners proporranno mini interventi musei, quadri, palazzi del nostro territorio, attraverso il racconto e le immagini di professionisti del settore. Ed ancora, percorsi formativi gratuiti sui contenuti della comunicazione interpersonale (ad esempio sulla riscoperta della relazione attraverso il corpo dopo un periodo di lockdown...).

Per informazioni ci si può rivolgere ai numeri 334/1039039 e 0321/394059 e alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Cultura non si ferma mai e fa bene alla salute.

Manuela Peroni Assandri