1

Spalloni in gruppo n

MONTECRESTESE – 15-05-2020 - Il virus

e la pandemia fanno rimandare al 2021, l’edizione dei Sentieri degli Spalloni che era prevista per il prossimo 3 - 4 Luglio 2020. L’Associazione Sentieri degli Spalloni, per senso di responsabilità e sicurezza, dà appuntamento a tutti i sostenitori e gli appassionati dei sentieri storici dei contrabbandieri ossolani all’anno prossimo, quando sarà possibile camminare nuovamente in tranquillità, libertà e sicurezza, sulle nostre montagne. Ma l’Associazione non si ferma ed è sempre in cammino.

“In questa situazione cosi difficile per la salute, per le persone e per le economie del nostro territorio, abbiamo pensato di fare la nostra parte - dice Nori Botta, presidente dell’Associazione - Non potendo percorrere i sentieri in assembramento, vogliamo sostenere il nostro territorio investendo sulla creazione di un sito internet dove poter scoprire i nostri sentieri, percorsi in questi anni e di renderli visibili e fruibili a tutti. Un modo per percorrere, distanti ma uniti, i sentieri della Libertà e del SorRiso, prendendo spunto da alcuni nomi di questi sentieri; dare la possibilità a chi volesse di percorrerli individualmente e in rispetto delle attuali regole.” La creazione di questo sito internet, che verrà realizzato per fine giugno, è resa possibile grazie anche al supporto dei Comuni e delle Associazioni che partecipano da anni al sostegno dei Sentieri degli Spalloni. In questo progetto verranno anche inserite le strutture ricettive e saranno fornite le informazioni necessarie per conoscere e promuovere il territorio e le attività che ci vivono.

“Come associazione – continua la nota – ringraziamo chi più si è speso in questa crisi sanitaria: il mondo istituzionale, che ha dovuto e deve prendere decisioni difficili; il mondo dell’associazionismo e del volontariato e tutti gli ordini professionali, in particolare quello sanitario. La nostra vicinanza va a chi non ha potuto compiere il proprio lavoro a causa del lockdown e a chi non vede l’ora di ripartire; a quelle persone che hanno perso il lavoro, a seguito di questa crisi. Un pensiero di affetto lo dedichiamo a chi ha subito un lutto, a chi ha contratto il virus e sta combattendo per guarire. L’ Associazione è vicina a tutti, e vuole seminare sorrisi che non si fermano; dare sostegno e soprattutto seminare quella speranza e quella forza che contraddistingue le genti di montagna, che sanno di dover procedere anche nella fatica e nella difficoltà, per raggiungere presto e con desiderio, la meta finale”.