1

alessandro panza vetrata eurodeputato lega

BRUXELLES-13-05-2020- "L'Europa guardando alle nuove

sfide future del piano di riforme politiche e sociali non si dimentichi delle aree montane" – così l'europarlamentare Alessandro Panza in Commissione Regi (Commissione per lo sviluppo regionale) al Parlamento Europeo. - "Da due mesi viviamo una situazione anomala a causa dell'emergenza coronavirus, i provvedimenti che andremo ad esaminare non possono non tenerne conto, così come non possono non tenere conto della crisi economica che si è prodotta a seguito dell'emergenza sanitaria. Sono molte, troppe le aziende in difficoltà sulle quali bisognerà concentrare l'attenzione – afferma l'eurodeputato leghista -. E' ormai assodato che la dotazione finanziaria del JtF (Fondo per la transizione giusta, destinato a supportare i territori più indietro nel passaggio a un'economia 'verde') non sia adeguato per affrontare la situazione. Ci aspettiamo quindi una maggiore disponibilità economica che non attinga ad altri programmi della politica di coesione e che soprattutto non sia finalizzata all'inseguimento di utopie ambientaliste. Serve un maggior coinvolgimento degli enti locali, che saranno quelli che dovranno sobbarcarsi le difficoltà di questa transizione in tutti i suoi aspetti. In tutto questo inoltre manca la montagna, che è un territorio troppo spesso dimenticato nelle questioni che vengono affrontate in questa sede, ma che merita la giusta attenzione".