1

teatro coccia palcoscenico

NOVARA - 17-04-2020 -- Una somma di

480.000 euro da Fondazione Cariplo per la Fondazione Teatro Coccia. Il teatro novarese partecipando al Bando Cariplo Beni Aperti 2019 si aggiudica questa importante cifra che verrà utilizzata per incrementare e ottimizzare le attività legate all’Accademia dei Mestieri d’Opera AMO partita a settembre 2019.


Il progetto AMO, Il Teatro è Opportunità, meritevole dell’assegnazione dei contributi del bando, si fonda sul principio per cui sia necessario passare da strategie indirizzate a promuovere l’evoluzione interna del settore dei beni culturali a strategie in cui la valorizzazione delle risorse culturali attivi processi integrati di sviluppo dell’intero sistema locale: occorre pertanto dotarsi di una chiave di lettura plurisettoriale e multidisciplinare partendo dall’asserzione che il patrimonio culturale assume una valenza strategica nel momento in cui i valori che genera diventino elementi d’identità del territorio e nel contempo vengano valorizzati e tutelati attivamente attraverso l’implementazione di specifiche attività culturali ed educative.


Così l’Accademia dei Mestieri d’Opera – attualmente sospesa, come tutte le attività di istruzione, ma che ha al suo attivo corsi per Cantanti Lirici, Direttori d’Orchestra, Compositori, Registi, Truccatori e Parrucchieri – è una delle specificità del Teatro Coccia, tra le rarissime sul territorio nazionale e su questa la direzione del teatro vuole investire per il futuro. La sovvenzione di Fondazione Cariplo sarà utile per valorizzare cinque locali non utilizzati del Teatro Coccia e le relative pertinenze attraverso un restauro funzionale. Gli spazi ristrutturati saranno utilizzati per le lezioni e i corsi delle nuove edizioni dell’Accademia dei Mestieri dell’Opera AMO che potranno così aumentare il numero degli iscritti e anche delle discipline insegnate, arrivando fino a dieci corsi attivi in contemporanea. Si consoliderà così la rete delle partnership nazionali e internazionali permettendo agli allievi AMO di sperimentare e lavorare fin da subito nel proprio settore e il coinvolgimento ancora più attivo delle realtà del territorio, tra queste si Filos Formazione, Acme, Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro, Conservatorio Cantelli, Scuola del Teatro Musicale, Accademia Langhi, Istituto Musicale Brera, Liceo Casorati, Confartigianato e molti altri che potranno arricchire ancor più l’elenco degli interlocutori e collaboratori.


Soddisfazione da parte del direttore del Teatro Coccia Corinne Baroni “la Fondazione Cariplo rappresenta ora più che mai, un’istituzione di riferimento che identifica la cultura quale promotrice dello sviluppo sociale ed economico del nostro territorio; la soddisfazione dunque è ancora più grande quanto la responsabilità e l’impegno affinché l’AMO Accademia dei Mestieri dell’Opera si rafforzi e diventi un riferimento internazionale per riaffermare l’importanza della tradizione come opportunità di crescita”.


A cui si aggiunge anche il pensiero del Presidente della Fondazione Teatro Coccia Fabio Ravanelli “guardo all’assegnazione di questo contributo come a un segnale pieno di speranza in questo periodo”.


Compatibilmente con il periodo di emergenza sanitaria che sta attraversando il Paese, si ipotizza che i lavori possano iniziare già entro l’estate 2020, e la speranza è che l’inizio della seconda edizione di AMO sia il mese di ottobre.