1

marcella balconi

NOVARA - 16-04-2020 -- Nuovo appuntamento

con la rubrica "Donne novaresi nella storia": oggi è la volta di Marcella Balconi.

 

Marcella Balconi nacque a Romagnano Sesia, in provincia di Novara l'8 febbraio del 1919. Tra le prime donne laureate in Italia, fu psichiatra e politica i cui ruoli, in entrambe i campi si sviluppò dopo la Seconda Guerra Mondiale.  Laureatasi a pieni voti e specializzatasi in pediatria, sotto la guida di Piero Fornara , da sempre comunista  (e fino in fondo coerente),  negli anni della Resistenza, divenne organizzatrice dei servizi sanitari delle Brigate Garibaldi. L'intesa con Fornara non fu solo di natura medica, ma anche nella gestione della Liberazione, essendo il famoso pediatra capo della resistenza a Novara. La Balconi fu staffetta e  ebbe modo, come sanitario, di visionare i dossier dei partigiani uccisi dai nazifascisti, compresi bambini e adolescenti. Da lì nacque e si consolidò il suo impegni a fare di tutto per salvare i minori.
Dopo la guerra esercitò la professione di neuropsichiatra infantile, di chiara formazione psicoanalitica, svolgendo il suo servizio presso il servizio di neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Maggiore  della Carità di Novara.
Parallelamente svolse l'attività politica, divenendo consigliera provinciale nel 1950 e rivestendo tale ruolo per ben 13 anni. Sindaco di Grignasco, nel 1963 fu eletta nella circoscrizione Torino-Novara-Vercelli ed entrò in Parlamento. Nei cinque anni di lavoro da deputata, la Balconi si dedicò attivamente al primo abbozzo della riforma della psichiatria.
Terminata l'esperienza a Roma, tornò a fare il sindaco a Grignasco; divenne poi consigliera al Comune di Novara.
La Balconi è ritenuta da sempre una delle figure di maggior importanza nel campo della psichiatria e della psicoanalisi infantile. Il lavoro per lei fu una vera e propria missione e si dedicò anche alla formazione di neuropsichiatri in varie parti di Italia.
Oltre alla sua professione redasse  numerose pubblicazioni scientifiche fra cui il celebre testo riguardante il tema del "Disegno e psicoanalisi infantile" del 1987.
Novarese dell'anno nel 1989, nel 1982 ristrutturò il "Parco dei Bambini", a tutt'oggi una sorta di seconda casa per i piccoli novaresi e a lei intestato nel 2012.
Marcella Balconi morì il 5 febbraio del 1999.

Manuela Peroni Assandri