1

mostra divisionismo

NOVARA - 22-11-2019 - Apre domani

, sabato 23 novembre, la grande mostra "Divsionismo. La rivoluzione della luce" promossa da Comune, fondazione Castello e dall'associazione "Mets Percorsi d'arte".

Sulla scia del successo riscontrato con la mostra "800 in Collezione", il Castello Visconteo Sforzesco torna ad ospitare una grande esposizione, stavolta dedicata al Divsionismo, corrente che a fine '800 è fiorita proprio a cavallo tra Piemonte e Lombardia e caratterizzata dalle pennellate divise che, alla dovuta distanza, l'occhio dello spettatore ricompone percependo una maggiore luminosità. "Una mostra irripetibile che riunisce in 8 sale, 18 artisti e 70 opere, raccontando la storia di tutto il movimento dal suo prologo sino all'accademismo degli ultimi anni, realizzata grazie alla collaborazione di tanti collezionisti privati" ha sottolineato la curatrice Annie - Paule Quinsac alla preview per la stampa. In mostra, tra l’altro, tele di Giovanni Segantini, Angelo Morbelli, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Gaetano Previati, Carlo Fornara, Emilio Longoni e Plinio Nomellini. Un'esposizione che alza ancora l'asticella dopo la mostra sull'800 "perché il divisionismo italiano ha suscitato interesse internazionale e questa mostra ha l’ambizione di essere la più importante realizzata negli ultimi anni” ha specificato Paolo Tacchini, presidente di Mets Percorsi d’Arte. Ancora un salto nell’800 per Novara che “in quel periodo è fiorita culturalmente ed urbanisticamente” ha ricordato il sindaco Alessandro Canelli, evidenziando come “una mostra di così alto livello si propone di portare tante persone nella nostra città ed è inserita in un progetto di più ampio respiro per la valorizzazione turistica di Novara”. Soddisfazione anche da parte della Fondazione Castello e da Banco Bpm, main sponsor della mostra. 

La mostra sarà aperta sino al 5 aprile 2020 con i seguenti orari: da martedì a domenica dalle 10 alle 19.

 

divisionismo_7.jpgdivisionismo_5.jpgdivisionismo_3.jpgdivisionismo_2.jpgdivisionismo_8.jpgdivisionismo_4.jpgdivisionismo_1.jpgdivisionimo_7.jpgdivisionismo_6.jpg