1

s vito 1

OMEGNA – 01-09-2019 -  È stata una processione intensa, densa di preghiera e molto partecipata quella in onore di San Vito, che ha dato risonanza alle parole di monsignor Gabriele Mana, vescovo emerito di Biella invitato per l’occasione. Il presule ha invitato a guardare alla testimonianza dei martiri e alla croce: dunque il cammino, la sosta all’ospedale, la benedizione del lago e della città ha coinvolto moltissime persone, raccolte insieme in preghiera, ha trovato appieno il suo senso. E come dimenticare il gesto umile e semplice degli alpini, che alla presenza delle autorità civili e militari hanno innalzato San Vito sulle note del canto “Omegna ti tende le braccia, Omegna ti offre il suo cuore…”. Insomma, come ha evidenziato a margine dell’evento il prevosto don Gian Mario Lanfranchini - “La processione di San Vito, nel tema di questo triduo 2019, ci ha invitato a riscoprire le relazioni buone che sanno animare la comunità e che aiutano – in questo tempo della cultura digitale – non tanto a cercare i like di Facebook e della comunicazione online ma a ritrovare in coscienza un amen, una verità profonda e vera della propria vita”.  

 

s_vito_7.jpgs_vito_8.jpgs_vito_2.jpgs_vito_3.jpgs_vito_4.jpgs_vito_6.jpgs_vito_5.jpg