FB87363B 74C1 40FB AC11 2ABF4DF06010

VARZO-16-06-2019- Patrocinata dal Comune di Varzo, Aree Protette dell'Ossola, CAI Sezione di Varzo e dall'Associazione Pittori...Pittori, venerdì 14 giugno nella Torre medievale di Varzo, presente il sindaco Bruno Stefanetti, è stata inaugurata l'Esposizione di Pittura “Oltre l'Immagine” relativa al Parco Naturale Veglia-Devero, dei pittori Ornella Pelfini e Alessandro Giozza, aderenti alla corrente del Neosintetismo-Pittorico”Nel corso dell'evento è stato proiettato un filmato sull'Alpe Veglia realizzato da Mauro Del Pedro. Il titolo dell'esposizione “Oltre l'Immagine”, nasce dal modo di proporsi dei pittori Pelfini e Giozza nei confronti della natura della montagna che, racchiudendo in se una forza visibile e invisibile, viene considerata come un santuario del silenzio, dell'attesa e del non tempo e contemporaneamente del ritmo, del movimento e del colore. 

Ornella Pelfini, allieva di Giozza, dopo iniziali influenze di tipo espressionistico, si è orientata verso un figurativo di ordine e sintesi dello spazio; ha esposto in numerose mostre personali. 

Praticienne di educazione creativa, dal 2014 è responsabile del Closlieu di Masera per il corso per bambini “L'arte come gioco”; attualmente caratterizza la sua ricerca nel ritmo, nel movimento e nel colore.

Alessandro Giozza, pittore, restauratore di dipinti e affreschi, Praticienne di educazione creativa, ha iniziato la sua attività pittorica sotto la guida del Maestro Tullio Giovenzani di Milano; è' stato per diversi anni titolare della Cattedra di pittura alla Scuola di belle Arti Rossetti-Valentini di Santa Maria Maggiore, 

Dopo un percorso pittorico tradizionale, ha intrapreso un periodo geometrico caratterizzato dalla ricerca di un equilibrio tra oggetto e spazio e la loro armonia.

Dall'anno 2014, nell'ambito del movimento del Neosintetismo-Pittorico, persegue l'esigenza della smaterializzazione degli oggetti, della sintesi del visto, dell'oggetto-spazio e dello spazio-oggetto, con una ricerca basata sul silenzio, sull'attesa, sul non tempo.

Le numerose opere dei due pittori rimarranno esposte alla Torre di Varzo sino a domenica 23 giugno e l'orario di apertura della mostra è il seguente: giorni feriali dalle ore 17 alle 19, festivi dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.

Piero Pagani