1

bandiera spagna

NOVARA – 10-05-2019 – Cultura, storia

, intrattenimento: per due giorni Novara tornerà ad essere “spagnola”. E’ l’obiettivo del nuovo evento che vede la collaborazione di diverse realtà del tessuto cittadino per riscoprire un periodo storico della nostra città. La manifestazione, presentata in Comune dal sindaco Alessandro Canelli e dagli assessori Emilio Iodice e Laura Bianchi, si articolerà attraverso numerosi appuntamenti sabato 11 e domenica 12 maggio: da una parte iniziative di carattere culturale e, dall’altra, occasioni di intrattenimento nella zona del centro legata al periodo storico dell'occupazione spagnola.

Grazie al sostegno economico della Fondazione Crt e della Compagnia di San Paolo e alla collaborazione della Provincia di Novara, dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara, della Consulta per la Novaresità (al suo debutto) e di “121 Eventi”, oltre che di numerosi altri soggetti, saranno organizzati: conferenze di contenuto storico della Novara del periodo seicentesco e dei suoi protagonisti, incontri sulle influenze linguistiche che ancora oggi sono presenti nel dialetto locale e sull’arte, visite guidate gratuite ai luoghi più significativi e visite teatralizzate. Da segnalare, inoltre, il lavoro svolto dai ragazzi del Liceo artistico e coreutico “Casorati” che esporranno alla biblioteca Negorni i loro disegni e s’improvviseranno urban sketcher durante la due giorni.

“Novara spagnola” sarà anche, come anticipato, intrattenimento. Tra piazza Gramsci, piazza Matteotti, via Rosselli, corso Cavallotti, via Greppi, piazza Tornielli verrà creata una vera e propria zona dedicata alla festa in strada e alla movida, con installazioni, performance di musica e danza, stage di flamenco, personaggi in costume, laboratori creativi dedicati ai bambini, proiezioni, videomapping. Grazie alla collaborazione con Ascom-Confcommercio e Confartigianato numerosi ristoranti proporranno per l’occasione menù a tema. Inoltre il 12 maggio in piazza Matteotti, grazie alla collaborazione dei cuochi delle condotte di Slow Food Colline Novaresi e Valsesia e della ProLoco di Fontaneto d’Agogna sarà proposta un pranzo a base di paella, il piatto tipico della gastronomia spagnola, cucinato con il riso storico della Bassa Novarese Razza 77 e con la possibilità di degustazione in loco o di asporto. “Un ulteriore modo per unire, anche a tavola, due culture con una storia comune” sottolineano dal Comune di Novara.

Il programma completo è disponibile sul sito www.comune.novara.it