1

vino rosso

NOVARA-23–01–2019–Tra le iniziative 2019 delle Città del Vino c’è anche un importante appuntamento novarese. A marzo Novara ospiterà infatti gli stati generali dell’associazione in occasione dei 50 anni del riconoscimento delle Denominazione Boca-Fara-Ghemme e Sizzano. Lo ha deciso l’ultimo Consiglio Nazionale delle Associazioni Città del Vino che si è riunito a Roma a fine dicembre. In quell’occasione si è preso atto della crescita dell’economia del turismo in Italia, nel quale il turismo del vino e l’enogastronomia in generale si confermano una grande opportunità di sviluppo dei territori rurali, di reddito per le aziende e di mantenimento della qualità della vita. Per l’associazione “mancano però strategie e politiche adeguate, un tavolo di regia, una formazione sempre più qualificata, una marcata internazionalizzazione del settore”. Anche di questo si parlerà a Novara il 9 marzo in occasione degli Stati Generali delle Città del Vino. Stefano Vercelloni, vicesindaco di Sizzano e vicepresidente di Città del Vino, spiega: “Ho chiesto ed ottenuto questo appuntamento dall’Associazione per gratificare le Città del Vino novaresi (Boca, Bogogno, Briona, Fara Novarese, Ghemme, Maggiora, Mezzomerico, Romagnano Sesia, Sizzano e Suno) e per festeggiare i 50 anni del riconoscimento (1969-2019) delle Denominazioni d’Origine dei vini Boca, Fara, Ghemme e Sizzano”.