1

Muri dipinti Legro di Orta

ORTA SAN GIULIO-18-11-2018- C’è gran fermento in queste ore a Legro, la deliziosa piccola frazione di Orta San Giulio.

L’attesa è finita e manca ormai davvero pochissimo a domenica 18 novembre, data in cui si concretizzerà la seconda fase del progetto triennale per i vent’anni dei Muri d’Autore e si potranno conoscere in anteprima i nuovi dipinti e le nuove installazioni.

Il programma della giornata di domani è molto ricco e prevede alle ore 10.15 il ritrovo in Piazza Stazione e i saluti agli ospiti presso la sede “La Piccola”, a seguire in via Vecchia Stazione ci sarà il riposizionamento del murale in cemento che riproduce l’immagine della “Matilde” e l’esposizione in prova del grande mosaico di Simone Ferrero, entrambi su proprietà Tamini.

Ci sarà anche un omaggio a Gastone Moschin per lo sceneggiato di Rai Uno “L’Andreana”a cura dell’artista Ornella Stefanetti.

Sulla facciata di casa Rigotti, all’imbocco di via Circonvallazione, verrà scoperto un grande murale adesivo di 44 mq, il cui collocamento è iniziato nella giornata di giovedì 15 novembre.

“Questo lavoro merita particolare interesse -dice Fabrizio Morea – Presidente di Accademia delle Arti e del Muro Dipinto- è un’opera ispirata al film “Pane amore a fantasia” che vide con i protagonisti Gina Lollobrigida e Vittorio De Sica anche l’ortese di adozione Roberto Risso. L’intervento -continua Morea- vuol essere un omaggio all’Arma dei Carabinieri dato che nel grande murale abbiamo fatto riprodurre lo stemma araldico dell’Arma risalente all’epoca in cui fu girato il film (1953). A firmare l’opera sarà l’artista siciliano Salvo Caramagno, già presente a Legro nel 1999 con il grande ritratto di “Riso amaro”.

Sempre nella mattinata di domenica 18 nella Galleria degli Artisti di Legro saranno fissati i prospetti adesivi di due opere che verranno realizzate il prossimo anno, una sarà firmata dal decano degli artisti cusiani Gilberto Carpo che partecipa per la prima volta a Legro con la rivisitazione di “Addio alle armi” del 1957, l’altra sarà realizzata dall’artista Michela Mirici Cappa che dedicherà il suo lavoro al film “La banca di Monate” del 1976.

Entrambe avranno il patrocinio economico dalla Città di Omegna.

r.a.